Vai al contenuto

Attività in corso

I piccoli studenti in Provincia per il progetto “Natura digitale”

Erano più di 200 i “piccoli” studenti presenti venerdì 12 aprile nel Salone Consiliare della Provincia di Asti per continuare le attività previste nel progetto “Natura Digitale”. Un progetto realizzato dall’Ufficio Ambiente e Politiche Giovanili della Provincia di Asti, che ha visto la sua realizzazione grazie alla sinergia con la Coperativa Orso di Torino, l’associazione LIPU di Asti e l’Associazione per il Patrimonio dei paesaggi vitivinicoli “Langhe-Roero e Monferrato, questi due ultimi partners del progetto.

Il saluto iniziale è stato dato dal Presidente della Provincia di Asti e dal Consigliere Provinciale alle Politiche Giovanili della Provincia Mario Vespa, ringraziando pubblicamente la Fondazione della Cassa di Risparmio di Torino per aver finanziato il progetto, ma soprattutto gli studenti e gli insegnanti presenti in sala, delle scuole primarie e superiori.

Il progetto si è rivolto a due target differenti di studenti elementari e medie inferiori sui temi che hanno affrontato in classe con gli esperti formatori: ambiente, rispetto della natura ed energie sostenibili in un paesaggio che ha visto il riconoscimento del 50° sito UNESCO.

A turno gli alunni delle tre scuole elementari e precisamente:

Galileo Ferraris – 48 studenti delle classi 4A e 4B (insegnanti: Carla Grisotti, Enrico Levo, Roberta Pace, Paola Quaglia, Elisa Rampazzo):

Baracca – 37 studenti delle classi 4A e 4B (insegnanti: Manuela Porcu, Gatto Anna, Bussolino Claudia, Frassica Slvia, Tripaldi Marianna, Podda Stefania);

San Domenico Savio – 36 alunni delle classi 5A e 5B (insegnanti: Cornero Rosalba, Morotti Patrizia, Muller Angiolina, Carbone Valentina, Capozzoli Eugenia)

si sono sfidati in giochi, quiz, laboratori, indovinelli per verificare se le competenze acquisite siano state raccolte e abbiano prodotto in loro una sensibilità verso il tema dell’Ambiente.

La Lipu di Asti (Dott. Angelo Rossi e Domenico Marinetto) ha presentato un gioco a quiz e il gioco dell’oca, l’Associazione per il Patrimonio dei paesaggi vitivinicoli “Langhe-Roero e Monferrato (Dott.sse Elisa Gandino e Carola Giacometti e i suoi collaboratori), ha costruito e mappato alcuni castelli del territorio astigiano, mentre l’Ufficio Ambiente della Provincia di Asti (Dott.ssa Valentina Cerigo) ha svolto un gioco di memoria sull’energia rinnovabile, tema di grande attualità.

I ragazzi delle scuole superiori (Liceo Scientifico, Artistico, Linguistico, Istituto Monti a Artom tutti di Asti) hanno realizzato sempre nell’ambito del progetto e presso questo Ente un percorso sul DIGITALE (formazione e produzione di video e fotografie). Gli studenti delle superiori avevano il compito di riprendere i giochi dell’intera giornata e scattare interessanti fotografie che saranno poi esposte a Villa Badoglio nell’evento conclusivo del 21 maggio p.v. al quale siete tutti invitati a partecipare.

Il Dott. Angelo Marengo – Dirigente del Servizio Ambiente della Provincia di Asti – ricorda che diversi sono i progetti che l’ufficio Ambiente rivolge alle scuole perché alta è l’attenzione di questo servizio sulle queste tematiche.

Mibact
Regione Piemonte
Provincia di Cuneo
Provincia di Asti
Provincia di Alessandria

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto la privacy policy